Casamassima. La solidarietà a Giacomo Petrelli del mondo politico.

0
2

Anche il sindaco di Casamassima Giuseppe Nitti esprime, attraverso la sua pagina facebook, la sua solidarietà nei confronti del casamassimese Giacomo Petrelli che ieri sera ha subito, insieme ad altri manifestanti, un’aggressione fascista a Bari al termine del corteo antirazzista “Mai con Salvini” . Presente alla manifestazione anche l’europarlamentare barese Eleonora Forenza eletta con la lista L’Altra Europa con Tsipras che a Repubblica Bari ha dichiarato: «Stavamo tornando dalla manifestazione quando abbiamo incontrato una donna eritrea con un passeggino spaventata perché in via Eritrea, dove c’è la sede di CasaPound, era bloccata da un gruppo di persone – spiega la deputata – spaventata perché in questo quartiere non è facile avere la pelle scura. A quel punto ci siamo allontanati e ci hanno rincorso e ci hanno aggredito con cinghie e cazzottiere: una squadraccia fascista che ci ha inseguito e picchiato, tra passeggini e bambini. Eravamo inermi abbiamo cercato di scansare i colpi».

Questo il testo del messaggio del Sindaco di Casamassima.

Ho appreso stamani dagli organi di stampa che ieri sera, a conclusione del corteo antirazzista organizzato a Bari, al quartiere Libertà, alcuni dei manifestanti sono stati brutalmente aggrediti con catene, cinghie e tirapugni da sconosciuti che sembrerebbero appartenere ad ambienti di estrema destra. Tra le persone colpite anche un nostro concittadino, Giacomo Petrelli. A lui, e a tutte le persone che sono state oggetto di atti di violenza, va la mia piena solidarietà. La violenza, la sopraffazione e tutti i tentativi di impedire la libera espressione pacifica delle idee di ogni singolo individuo sono da condannare con assoluta fermezza. Adesso spetterà agli organi competenti accertare accuratamente quanto accaduto e prendere i conseguenti provvedimenti di legge.

A me, invece, reca profondo dolore pensare che si possa essere aggrediti per aver fatto valere un diritto, quello di manifestare liberamente il proprio pensiero, garantito e tutelato dalla nostra Costituzione. Nell’augurare a Giacomo Petrelli e a tutte le persone aggredite ieri sera una veloce e pronta guarigione, mi piace ricordare una frase da alcuni attribuita a Voltaire, uno dei principali esponenti dell’illuminismo: “Io combatto la tua idea, che è diversa dalla mia, ma sono pronto a battermi affinché tu possa esprimerla liberamente”.

Anche il capogruppo del PD nel consiglio Comunale di Casamassima, Antonietta Spinelli, esprime la propria solidarietà al concittadino Giacomo Petrelli.

ANTIFASCISTA-ANTIRAZZISTA: IO NON ACCETTO E CONDANNO.

Le lotte contro lo sfregio dei diritti umani e dei valori costituzionali di amici e compagni sempre in prima linea non meritano questo.
Il mio animo chiede scusa per non essere stata li’ fisicamente: basta subire ed essere passivi! Vergogna! Lottiamo contro un sistema, che ha creato business e speculazione in una orrida gestione del fenomeno migratorio, ma queste verità fa male dirle e tutto sfocia nell’ignoranza piu’ assoluta ed in un clima da paura!

Ciò che mi contraddistinguerà sempre sarà l’oggettività’, lo spirito critico e la voglia di battermi per uno stato sociale e civile.
Giacomo Petrelli e’ stato aggredito in modo violento e bestiale a Bari in una pacifica manifestazione antifascista ed antirazzista!

Amico hasta la victoria siempre!

(Un momento della manifestazione antifascista e antirazzista di ieri a Bari nello scatto di Alessandra Ricupero).

 

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui