Casamassima: sostituita la lapide che ricorda Hrand Nazariantz.

0
5

Posizionata alla sinistra dell’ingresso Storico e Monumentale del Comune di Casamassima il 25 gennaio 2012, ieri, 4 settembre, è stata rimossa e al suo posto ne è stata posizionata una nuova ma senza le firme in calce.

E così, su proposta del M5S, realizzando quanto era stato deciso dal Consiglio Comunale del 28 novembre 2018, la lapide in memoria del poeta armeno Hrand Nazariantz che riportava le firme dei due protagonisti che ne avevano perorato la causa (il già sindaco Domenico Mimmo Birardi e l’ex consigliere comunale Gianfranco Laricchia), ha lasciato il posto ad una nuova che al posto delle firme dei due riporta un più laconico la cittadinanza pose.

Duro il commento di Mimmo Birardi il quale scrive: «La targa rimossa rappresentava un momento storico e una data storica . Inoltre ha dato lustro alle autorità armene presenti alla posa della targa. Rimuoverla e metterne una uguale con la stessa data senza le due firma finali che senso ha. La firma del Sindaco di allora equivale a quella posta sulla nuova targa. Il sindaco è il rappresentante di tutta la cittadinanza. Volevo in ultimo ricordate che il costo della vecchia targa non è stato sostenuto dalle casse comunali. Quello attuale si. Ma con tanti problemi che il nostro Comune ha come si può perdere tempo in consiglio comunale e soldi per eliminare da una targa i firmatari?»

La differenza della nuova rispetto alla vecchia, oltre la sparizione delle firme, riguarderebbe il materiale utilizzato. La nuova lastra di marmo appare di una qualità decisamente diversa dalla precedente. 

(La vecchia lapide rimossa) 

(La nuova lapide che da mercoledì 4 settembre ne ha preso il posto)

Non sappiamo, nel momento in cui scriviamo, se l’amministrazione comunale abbia o meno stanziato un fondo per le opere necessarie.

Su una cosa però siamo certi: I ritagli di quelle firme non potranno essere consegnati ai legittimi proprietari, come goliardicamente affermava il consigliere Franco Pastore durante il consiglio comunale del 28 novembre scorso, in quanto la vecchia targa sembra sia andata distrutta non sappiamo se completamente.

Cliccando qui potrete visionare un filmato che ricorda la vista dell’Ambasciatore dell’Armenia avvenuta il 27 giugno 2013.

In copertina una foto di Mimmo Birardi che ricorda il giorno in cui quella prima targa venne inaugurata.

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui