Ma perché non si mettono insieme?

0
7

Neanche la domenica ferma il candidato sindaco 5 Stelle Antonello Caravella che insieme ai suoi prodi, minuti di guanti e buste colorate, a spasso per la cosiddetta Villa Comunale di via Acquaviva a Casamassima, raccoglievano carte, bottiglie rotte e cicche di sigarette lasciate lì dai soliti sprovveduti frequentatori.

Mi chiedo se non sia il caso che le squadre capitanate da Giuseppe Nitti ed Antonello Caravella non si fondano in un solo grande squadrone per dimostrare che non è l’appartenenza politica del momento alla ricerca del consenso alla base del rispetto che si deve nei confronti del verde pubblico e di tutta la collettività. Lorenzo Ronghi, anche lui pollice verde a tavolino,  potrebbe continuare a smistare le segnalazioni dei cittadini.

A parte queste considerazioni, l’occasione ci ha fatto notare lo stato di completo abbandono che vive questo spazio verde che dopo la rimozione della recinzione e di quel chioschetto che ne garantiva, seppur marginalmente, la vigilanza, è divenuto ben presto terra di nessuno conquistabile. I soldi pubblici spesi per quella recinzione a tutela dei giochi per i più piccoli, risultano, ad oggi, una spesa inutile, vista perfino la sottrazione del cancelletto di ingresso e della rete perimetrale in più parti divelta. Se siamo costretti a recintare lo spazio da destinare al gioco dei più piccoli, come se fossero qualche specie animale da preservare, vorrà dire che non solo manca un’amministrazione efficiente, manca il rispetto e questo non sarà certo un voto all’uno o all’altro a garantirlo.

 

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui